fbpx
Tantissime sono le grotte (stanze) sotterranee alle quali si può accedere solo attraverso percorsi speleologici con attrezzatura. Le più grandi e suggestive sono:
  • Torre di Lesco (Altamura);
  • Grotta di Languanguera;
  • Grotta dei Briganti (su via Parisi, Altamura);
  • Grotta dell’Impastorata (su via Bari, Altamura);
  • Grotta di Sant’Angelo (nella Masseria Redenta, Altamura);
  • Grotta Bianca di Ventolafana (sulla Provinciale per Cassano, Altamura)
  • Ma sviluppatissimo è anche il sistema di grotte vicine a lame e gravine, molte delle quali, per il facile accesso, hanno rappresentato nell’antichità rifugio abitativo e, a volte luoghi di culto religioso per le popolazioni murgiane. Questo sistema parte dall’agro di Spinazzola e si estende lungo la linea della premurgia Bradanica fino a  Santeramo in Colle per quanto riguarda il nostro territorio e oltre, seguendo la stessa direttiva, fino a Grottaglie nel Tarantino. Di seguito riportiamo l’elenco indicizzato alla mappa, dei siti che compongono il sistema rupestre della Murgia Barese
  • Grottelline  e  Grotte del Forno, (tra Spinazzola e Poggiorsini) ;
  • San Michele delle Grotte, Madonna della Stella, Cripta del Padre Eterno,le Sette Camere, Chiesa di Sant’Andrea Apostolo, Chiesa di Sant’Arcangelo o Sant’Angelo,Chiesa rupestre di San Marco, Chiesa Santa Maria La Nova, Chiesa Sant’Elia o Cripta Tota, Chiesa di San Basilio, Santa Lucia (Gravina di Puglia);
  • Chiesa di Sant’Angelo a Fornello, Cripta di Sant’Angelo di Iesce, il sito di Belmonte, Chiesa Rupestre di San Michele Arcangelo o S. Angelo delle Grotte, Cripta presso Masseria Jesce (Altamura);
  • Grotta di Sant’Angelo e Chiesa di Sant’Angelo (Santeramo in Colle).

Attività CicloMurgia

X