fbpx
scoglio-vieste-rf

Weekend off-road nel Parco Nazionale del Gargano tra Foresta e Mare (GUIDATO)

345,00

Un itinerario caratterizzato da un crescendo di emozioni passando dalla fitta faggeta della Foresta Umbra a scogliere a strapiombo su un mare cristallino. La natura selvaggia unita alla squisita enogastronomia locale. Il profumo delle piante spontanee e i vividi colori delle loro  inflorescenze  uniti a paesaggi dove lo sguardo è libero di perdersi all’orizzonte, senza alcun ostacolo. Scopri il Parco Nazionale del Gargano in bicicletta!

VIDEO DI PRESENTAZIONE DEL VIAGGIO

Gruppo di 4 persone: 490 euro

Gruppo da 6 persone: 390 euro

Gruppo da 8 persone: 345 euro

 

Genere di Vacanza
  • Livello di difficoltà Moderato
    3/8
  • Dimensioni Gruppo Min partecipanti
    4

Weekend off-road nel Parco Nazionale del Gargano tra Foresta e Mare (GUIDATO)

Un itinerario caratterizzato da un crescendo di emozioni passando dalla fitta faggeta della Foresta Umbra a scogliere a strapiombo su un mare cristallino. La natura selvaggia unita alla squisita enogastronomia locale. Il profumo delle piante spontanee e i vividi colori delle loro  inflorescenze  uniti a paesaggi dove lo sguardo è libero di perdersi all’orizzonte, senza alcun ostacolo. Scopri il Parco Nazionale del Gargano in bicicletta, accompagnati dalle nostre guide professionali!

Cos'è incluso ed escluso nel pacchetto

Servizi inclusi nel tourServizi inclusi nel prezzo.

 

  • 2 Pernottamenti 
  • 2 Cene, 2 colazioni; 1 pranzo
  • 2 pranzi a sacco
  • Biglietto del treno Trani/Foggia (andata e ritorno)
  • Guida Ambientale Escursionistica a seguito;
  • Transfer di andata e ritorno per il Gargano;
  • Assicurazione R/C;
What is not included in this tour?Servizi non inclusi nel prezzo.

 

  • Pranzi a sacco;
  • Biglietto treno Bari – Trani
  • Tasse di soggiorno, dove previste.
  • tutto ciò non incluso nella voce “servizi inclusi”.

OPZIONABILE:

Noleggio bicicletta: 40 euro totali

Pernottamento aggiuntivo a Trani (il giovedì sera prima della partenza del weekend il venerdì, oppure la domenica sera, a fine weekend): 45 euro  per pax in stanza matrimoniale (doppia)  il giovedi

  1. Giorno1 Trekking di riscaldamento agli Eremi di Pulsano

    Transfert  in bus privato dalla Stazione di Foggia fino a Monte Sant’ Angelo.
    Prima di arrivare a Monte Sant’ Angelo, breve tappa all’area archeologica di Siponto, dove l’architetto Edoardo Tresoldi ha riprodotto in dimensioni naturali, ma usando solo rete metallica, un’antica basilica paleocristiana.
    Insomma un capolavoro da non perdere!
    Dopo la visita ci sposteremo a Monte Sant Angelo con la visita alla stupenda  Basilica di San Michele Arcangelo (Sito UNESCO), ci sposteremo quindi verso la Abbazia di Santa Maria di Pulsano, da dove partirà il percorso a piedi super wild che ci porterà a raggiungere  uno dei luoghi più belli e affascinanti del Gargano e di tutta la Puglia…sarà un inizio col botto!! in senso buono….gli Eremi infatti sono in un luogo di difficile accesso, legati ad una pratica di isolamento spirituale a contatto con la natura più cruda…
    La prima giornata a piedi si concluderà  nuovamente a Monte Sant’ Angelo, dove ci aspetta una succulenta cena ed il pernottamento.

  2. Giorno2 Escursione in MTB Foresta Umbra

    Sveglia, colazione e partenza col nostro van per raggiungere il centro della Foresta Umbra da dove partirà la nostra escursione in bicicletta all’ombra della grande faggeta, in discesa verso il Torrente Romandato, il Canyon del Gargano).

    Lungo il percorso ci fermeremo a visitare un altro ”luogo del cuore” stupendo, nascosto nel fitto bosco di quercia di un altura (foto e approfondimenti al seguente link: https://www.fondoambiente.it/luoghi/abbazia-benedettina-della-ss-trinita-di-monte-sacro?ldc)
    Terminata la scarpinata raggiungeremo la faggeta della Foresta  e dopo uno spuntino pedaleremo in picchiata verso il Torrente Romandato (o Romondato), uno dei patrimoni naturalistici più rilevanti nel Gargano.
    Lungo 15 Km, si sviluppa nel territorio tra Vico del Gargano ed Ischitella.
    Al principio fu un antico fiume che, nel corso dei millenni, creò con la sua forza erosiva un bellissimo “Canyon”.
    Per questa ragione è stato denominato anche il “Canyon del Gargano” .
    Percorrendo l’ecosistema del torrente si può dedurre la storia geologica del Gargano.
    Nei pressi del Canyon sono stati infatti ritrovate numerose sculture litiche risalenti al periodo del Paleolitico inferiore; come gli strumenti formati su schegge di pietra (Clactoniano e Acheulano).
    In effetti le pareti rocciose del Romandato sono ricche di nodi di selce che, per la loro durezza, ai tempi che furono, risultarono senz’altro utili nella creazione di arnesi da lavoro.
    Un’altra particolarità di questo magnifico posto plasmato dalle mani benedette di madre natura è costituita dalla presenza di piccole sorgenti di acqua, tra le quali di maggior rilievo è ”l’acqua del confine” , una sorgente che attraverso la sua forza erosiva ha creato nel corso del tempo dei piccoli percorsi dove l’acqua scorre.
    Per finire, lungo il letto del torrente sono presenti anche parecchi materiali come sassi, massi e detriti vari.
    Ciò ci fa pensare che nel periodo di piena il flusso dell’acqua è parecchio impetuoso.
    Il Torrente Romandato è il luogo ideale per gli amanti della fotografia naturalistica, è il luogo ideale per fare un salto indietro nel tempo… è il luogo ideale per ritrovarsi a tu per tu con la Natura!!

    Cena a base di cucina locale nell’atmosfera unica della Foresta e pernottamento in Rifugio.

  3. Giorno3 Dalla Foresta al Mare di Vieste in MTB

    Sveglia, colazione e pedalata totalmente in discesa per il 70% off road verso Vieste.
    Il percorso entusiasmante e completamente immerso nella Foresta termina con 12 km defaticanti su asfalto…
    Arrivati a Vieste, bagno e pranzo finale a base di cucina locale a base di pesce, e partenza nel primo pomeriggio per l’aeroporto (2 ore e mezza di spostamento in furgone)

    Fine delle attività

– Vestitevi con abbigliamento sportivo… evitate jeans,
sono scomodissimi;
– munitevi di k-way e maglietta di ricambio…non si sa mai…;
– se avete pantaloncini da ciclista, quelli col fondino imbottito, usateli!
– cappellino;
– un piccolo zainetto, per trasportare acqua e cibo;
– Una buona scorta d’acqua;
– un paio di occhiali da sole può evitare lo spiacevole inconveniente di insetti negli occhi in discesa.